sabato

Ron Paul: Governo Mondiale & Banche Centrali




Non è mai abbastanza informare sulla criminalità delle banche attuali. Esse sono fondate sull'usurpazione del potere dei popoli, e nulla cambierà fino a quando i popoli non si accorgeranno della truffa.
E' tutto talmente assurdo che molti stentano a crederci, ma capirlo è necessario se vogliamo avere un futuro.
Non c'è tanto da discutere, basta guardare i fatti (i debiti colossali dei paesi, la povertà, la morte per fame, la disoccupazione, le "crisi" create per spaventare e sottomettere, i politici corrotti, la mafia ormai ben integrata nel sistema, ecc.). C'è una soluzione per ogni problema, ma finché domineranno le stesse persone che hanno creato il sistema si avrà soltanto un'illusione di miglioramento.
Vedi anche:
http://www.youtube.com/watch?v=IvJZUjnH9mU&NR=1
http://www.youtube.com/watch?v=osQ6_bqUQh4&NR=1
Non dobbiamo farci confondere da nessuno, ricordiamo che, come diceva Confucio, “Se non riesci a convincerli, confondili”. E' ovvio che qualcuno ha interesse a non far capire o a confondere, sta a noi non cascare nella trappola.
Cerchiamo di capire e di condividere con gli altri quello che abbiamo capito.

4 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Quello che fai Antonella, è un lavoro prezioso. Tutti i giorni, anch'io mi adopero per capire e provare a diffondere consapevolezza.
La frustrazione principale però, mi viene dal fatto che mi sembra di essere troppo in ritardo rispetto a quanto sarebbe necessario.
Mi spiego. Come disse Karl Marx, non è più tempo di analizzare la società, ma è ora di introdurre quei cambiamenti necessari.
Ha ragione Paolo Barnard: perchè non riusciamo ad organizzarci? Perchè nonostante sappiamo le cose, non riusciamo a costruire un'alternativa? Così mi sembra di essere una opposizione inconcludente, utile solo a legittimare il sistema che può, attraverso questa, definirsi paradossalmente democratico.
A cosa serve leggere centinaia di pagine di libri, informarsi di tutto e di più, se poi nel mondo reale siamo monadi incapaci di organizzarci? Anche nel mio blog, alla fine si parla con le persone che pensano allo stesso modo, non creando così il consenso necessario al cambiamento.
E Internet se usato male, è semplicemente un surrogato di vita sociale utile ad isolare le persone.
Vabbè, mi scuso per questo mio commento che forse viola le condizioni del tuo blog.
A mia discolpa, credo ci sia la volontà di passare alla fase sucessiva.
Un caro saluto.

Antonella Randazzo ha detto...

Tenere un blog non è certo l'unica cosa che si può fare, ce ne sono molte altre anche di carattere molto "pratico". Ne ho parlato in questo articolo:
http://lanuovaenergia.blogspot.com/2009/08/che-punto-e-la-crisi-parte-prima-dare.html (parte prima)
http://lanuovaenergia.blogspot.com/2009/08/che-punto-e-la-crisi-parte-seconda.html (parte seconda).
E' fondamentale avere fiducia in se stessi. Ricordiamoci che oggi siamo dominati da un gruppo esiguo di persone ben compatte e molto sicure di se stesse, a tal punto da imporre il loro punto di vista come unica realtà. Esse prevalgono perché attualmente i popoli sono divisi, inconsapevoli e con una scarsa fiducia in se stessi.

'ndò 'nnamo? che famo? ha detto...

a me il commento piaceva e lo sottoscriverei. anch'io vorrei trovare una fase successiva praticabile e condivisa. anche piccoli disparati segni significativi come opporsi all'eolico industriale, che voglion far passare in una forma orribile specie in molise m'è sembrato di capire, cercando invece di incentivare la decentralizzazione e l'autosufficienza locale; oppure chieder massivamente di cambiar le politiche più inumane tipo chessò in nigeria facendo pressioni sull'eni. ma in maniera più supportata e coordinata...
ah, poi un'altra cosa, effettivamente c'è confusione... alcuni si smentiscono o autoaccusano... ma organizzare una sorta di database delle notizie accertate e quelle da verificare o già provate per false, per sgrassare il materiale in eccesso?...
ciao a tutti e due

'ndò 'nnamo? che famo? ha detto...

oltre alla frustrazione della consapevolezza inerme, a volte mi viene anche un dubbio atroce: non è che siamo la cassa di risonanza dell'assurdo,di modo che -quando puntualmente si presenta- diremo'avete visto?',ma niente più?:non è che il nostro parlar di scie, vaccini assurdi che inspiegabilmente arrivano e rfid che arriveranno, serva proprio ad acclimatare,tipo le immagini di guerra del tg,che poi ti ci abitui e alla fine, dopo le manifestazioni in tutto il mondo dei primissimi giorni della 'guerra' -oceaniche ma unatantum- chi vede più nessuno a manifestare oggi per le strade o nelle fabbriche? forse solo ai g8, come in una moderna arena (è assurdo -o significativo di una mia reale necessità di trovar persone che non mi scambiassero per pazzo- che proprio il giorno prima che uscisse un video di paolo mentereale con un tuo bellissimo pezzo, 'attenzione sta per arrivare il babau', in una nota su facebook pensassi "i '68ini ci sputerebbero in faccia! cosa ci dovrebe far credere che la guerra di oggi sia diversa da quella del vietnam?" -la mia sensazione è che si tratti veramente di bromuro, come diceva montlban).
il punto è che al di là di informarsi -che non è manco poco al giorno d'oggi- molti non sanno cosa fare. c'è molto materiale di denuncia, ma pochissimo di propositivo.
i più fattivi parrebbero grillo e travaglio; ma da un po' ci sono dei pilastri, tipo cippala, che li attaccano in quanto fuorvianti da lisbona e signoraggio. premettendo che in un certo senso m'han pure convinto sul punto, non riesco a veder l'utilità dei continui attacchi, visto che si alienan le simpatie dei 'grillimi' che invece vorrebbero coinvolgere. non si potrebbero lasciar stare e andar avanti parallelamente? non sarebbe il caso di creare un centro di coordinamento delle iniziative, anche disparate ma che non si pestino i piedi a vicenda, per assicurarsi un nucleo corposo di sottoscrittori di eventuali proposte (ce ne fossero... o forse è colpa mia che non ne trovo tra tanto materiale).
poi, scusa se scrivo a te (ora, perchè le stesse domande nel tempo le ho rivolte un po' in giro, a partire da madmanltrloaded che fu il primo a sputtanare grillo, e la cosa proprio non m'andava giù), ma effettivamente che lo voglia o no sei un punto di riferimento(dissi la stessa cosa a sorayaluna che non ha mai risposto, e insomma la capisco, perchè se qualcuno desse del 'punto di riferimento' a me la cosa mi sconvolgerebbe). e vorrei tanto capire come ci si fa a districare tra: rettiliani, semplici illuminati e massoni satanisti sadomaso? mica possiam esser governati da tutti e 3, come sostiene julinflames3! per questo vorrei una 'commissione di saggi' capace di stilare una summa perlomeno attendibile dell'eccessivo materiale reperibile in rete, altrimenti uno che vuol far le singole ricerche di conferma da solo impazzisce in 3 mesi!.
ciao, perdonami la prolissità e la confusione e complimenti per i bellissimi articoli
ps i vari nomi citati son di youtube, dove son luninina, credo spesso scambiato per la digos perchè faccio un sacco di domande (dopotutto il mio nick name doveva esser 'io voglio solo capire')